Himiel e la sicurezza elettrica
Con l’entrata in vigore del DM 37/2008 è stata in parte modificata la legge 46/1990 che disciplinava la realizzazione degli impianti elettrici ad uso civile ed industriale.
Una serie di regole che stabiliscono, in termini di sicurezza ed efficienza, la progettazione, installazione e la certificazione degli stessi impianti.
Infatti, una volta terminata l’implementazione, la ditta esecutrice dei lavori è tenuta a rilasciare un’apposita dichiarazione di conformità a regola d’arte e soprattutto della presenza di opportune apparecchiature che permettano di ottenere una sicurezza mirata come l’interruttore differenziale e dispositivi per il sezionamento e per la protezione rispetto a sovracorrenti e contatti diretti dell’uomo.
Oltre a tutto questo il decreto ha introdotto ulteriori responsabilità questa volta a carico del proprietario il quale è tenuto ad assicurarsi che l’impianto elettrico conservi nel tempo tutta la propria efficienza e sicurezza attraverso le necessarie opere di manutenzione così come indicato dalla ditta installatrice.
Tra l’altro, le normative attualmente in vigore prevedono la necessità che l’impianto debba essere adeguato in funzione di eventuali evoluzioni tecnologiche che permettano un ulteriore miglioramento della fruibilità e della sicurezza.
Con l’introduzione del DM 37/08 lo Stato ha voluto chiarire anche quali siano gli obblighi da assolvere per assicurare la corretta manutenzione degli impianti elettici civili ed industriali e con quale periodicità debbano essere effettuate le opportune verifiche di corretto funzionamento.
Naturalmente gli obblighi sono più restrittivi se l’impianto in questione è stato installato in un luogo di lavoro giacchè il datore di lavoro è tenuto a garantire lo svolgimento dell’attività nella massima sicurezza.
In linea generale il proprietario dell’impianto è obbligato ad eseguire le verifiche e le manutenzione per le varie parti e dispositivi presenti così come indicato dal costruttore nel relativo libretto delle istruzioni.
Insomma, l’utente deve seguire alla lettera quanto è stato indicato al fine di assicurare il corretto funzionamento di qualsiasi genere di apparecchiatura.
Ovviamente la manutenzione e le verifiche variano in maniera significativa a seconda della tipologia di immobile in quanto, ad esempio, le necessità di un ospedale sono differenti rispetto a quelle di una scuola pubblica nella quale non vi sono installati dispositivi biomedici di alta precisione in grado di salvare la vita ai pazienti.
Himiel è una ditta di vendita materiale elettrico,a nulla a che vedere con l’esecuzione di impianti ma ha il diritto dovere di documentare i suoi clienti esecutori di impianti elettrici. 
Questo scopo ha una apposita sezione di ASSISTENZA TECNICA attrezzata di apparecchiature idonee per progettare ,cntrollare,misurare,preventivare. ecc ecc…..
Himiel offre la possibilità di effettuare le verifiche sugli impianti elettrici secondo le normative tecniche.
Possiamo effettuare verifiche quali:
• Verifiche secondo CEI 64-8 tra cui si riportano le principali:
     • continuità dei conduttori;
     • resistenza di isolamento dell’impianto elettrico;
     • resistenza di terra;
     • verifica degli interruttori differenziali;
• Verifica della corrente di dispersione;
• Verifica impianti di illuminazione di emergenza;
• Verifica e prova del Sistema di Protezione d’Interfaccia per impianti allacciati in bassa tensione e in media tensione• 
.Verifiche illuminotecniche;
Risultati immagini per la sicurezza elettrica
 
 
Contatti
SEDE LEGALE
via Torricelli 10 – 20090 – CUSAGO (MI)
PARTITA IVA : 02731230153
Tel : 02 9016072 n4 linee R.A
Mail : Himielassistenza987@GMAIL.COM
 

Chiudi il menu